Come avere un angolo di paradiso dentro casa con le vetrate panoramiche. Vantaggi e curiosità

Una casa luminosa che guarda ad una distesa verde, al mare, alle luci affascinanti di una città, o semplicemente al proprio giardino o al cielo. Un salotto aperto, immerso nella natura, in cui spazio interno ed esterno sono un’unica realtà da godersi in pieno relax. Con i paesaggi mozzafiato nostrani, i preziosi angoli d’Italia, non bisogna andare a vivere in California per poter avere una casa delimitata da vetrate panoramiche, né possedere una villa sperduta su di una collina.

Anche i terrazzi di un appartamento possono essere abbelliti da ampie finestre in vetro che si specchiano sul mondo, con la sensazione di sentirsi all’aria aperta anche d’inverno, comodamente seduti in poltrona. Ma vediamo nello specifico come trasformare la propria abitazione in questi spazi confortevoli e accoglienti e quali sono le considerazioni da fare prima di installarle.

Iniziamo col dire che per montare una vetrata panoramica non serve alcuna autorizzazione da parte del comune se non si modifica la destinazione d’uso del balcone e quindi non aumenta la cubatura dal momento che l’apertura della finestra supera il 75% della superfice coperta, come previsto dalla legge. Non è necessario neanche un consenso condominiale perché la trasparenza del vetro non modifica l’architettura della facciata del palazzo e le finestre si possono rimuovere in qualsiasi momento.

I vantaggi nell’installare le vetrate panoramiche sono diversi. In primis il risparmio sul riscaldamento e sulla bolletta della luce poiché il vetro di qualità protegge dal freddo e dal caldo e lascia passare la luce naturale negli ambienti interni di una casa. I vetri sono dotati di guarnizioni che riparano da infiltrazioni di acqua, lasciando la veranda asciutta, senza il rischio di muffe.

Ovviamente quando si parla di agenti atmosferici che si presentano con particolare violenza è possibile che le vetrate panoramiche, seppur di ottima qualità, non riescano a proteggere a pieno da acquazzoni o spifferi di forte intensità. L’ideale in questi casi limite è dotare la parte superiore di una pensilina di protezione e scegliere una vetrata panoramica di vetri anti-spifferi in alluminio, piuttosto che quelle con guarnizioni pvc traslucido, pur essendo esteticamente più belle.

Inoltre l’effetto che si ha con il montaggio delle vetrate è quello di spazi ampi e ariosi da non sottovalutare se si cerca dagli ambienti privati confort e relax soprattutto dopo una giornata di lavoro. Come ci insegna la filosofia del lavoro anglosassone, è importante anche creare spazi di condivisione della propria professione rilassanti, per le molte ore che si trascorrono in ufficio, o mettere a proprio agio i clienti di un ristorante, ad esempio, offrendo loro non solo un ottimo pasto ma anche una vista panoramica su cui appoggiare lo sguardo.

Maribì Serramenti presenta un catalogo di vetrate panoramiche delle migliori marche, aziende leader del settore come Korus, che vengono incontro a tali esigenze, resistenti e confortevoli per l’innovativa tecnologia dei materiali con cui sono costruite e installate. L’apertura verso l’interno di alcuni modelli inoltre semplifica di molto la pulizia del vetro per cui non è necessario contattare un operatore specializzato nel lavaggio di vetri esterni come nel caso dei grattacieli.

E a chi confonde la trasparenza del vetro con la mancanza di resistenza e teme il rumore, rispondiamo che queste vetrate panoramiche sono predisposte contro l’inquinamento acustico e isolano dai rumori esterni che provengono dalla strada.

Il personale di Maribì Serramenti è a disposizione per ulteriori informazioni al numero telefonico 06 529 1269 oppure al negozio in viale Città d'Europa, 600, dove offriremo la nostra competenza nel settore per dare seguito ad ogni esigenza.

2 Risposta

  1. articolo interessante e ben descritto

    • Maribì Serramenti

      Grazie mille!

Lascia un commento